Post

Ennesimo scontro sulla giustizia. Un film già visto...

Immagine
Le ultime dichiarazioni di Matteo Renzi, ci inducono a fare una riflessione su cosa sia diventato il Partito Democratico e cosa voglia fare in futuro. Negli ultimi tempi il gruppo parlamentare ha messo in scena proteste, lanci di faldoni verso i banchi della Presidenza, sit in davanti la Giunta per le autorizzazioni. Ma mentre al mattino i Deputati Pd spingevano per l'autorizzazione a procedere, dunque per la messa in stato di accusa del Ministro Salvini, alla sera erano tornati ad essere garantisti, mettendo nel dimenticatoio le proteste mattutine, con tanto di battibecco con Giarrusso, che verrà ricordato per il gesto delle manette, legate all'arresto dei genitori dell'ex Premier. Noi non vogliamo certo dare giudizi su una vicenda su cui toccherà ai magistrati esprimersi, ma rileviamo che il padre di Di Maio, per molto meno, è stato sbattuto su tutte le prime pagine dei giornali, con una intera settimana di talk show dedicati alla vicenda. Anche in questo caso a stabilir…

Ma dove sono i giovani indignati?

Immagine
Signori, quello che scriverò probabilmente non piacerà a molti, ma ritengo che sia giusto scriverlo per onestà intellettuale. Sono nato in Calabria e vivo in questa splendida terra da anni, ma non riesco a capire i motivi per cui i giovani non si ribellino. Eppure la situazione non è delle migliori. La Calabria è una bellissima Regione, ma ha una disoccupazione giovanile a livelli allarmanti, un macigno che si porta dietro da anni. La povertà è in aumento, la sanità non rispetta i LEA (livelli essenziali di assistenza), ma nessuno muove un dito, nessuno si arrabbia. Perchè accade questo? Siete ancora convinti che qualcuno avrà una vostra delega e vi risolverà i problemi? Non funziona cosí.
Fatevi avanti giovani valorosi e intelligenti, mandate via una classe politica parassitaria che da anni vi impedisce di avere un futuro migliore. Entrate nelle istituzioni e sostituite chi vi ha preceduto. Come fare? Organizzatevi, incontratevi, inixiate a pianificare un programma fatto di idee, ev…

Macron e il Pd, sempre insieme contro l'Italia

Immagine
Quando ho letto che il Partito Democratico aveva inserito sul profilo Twitter la bandiera francese, non ci volevo credere. Tutti ricorderanno quando Renzi decise di togliere la bandiera europea, oggi invece ci hanno ripensato, tanto che ne espongono ben tre. È chiaro che pur di andare contro Di Maio e il Movimento 5 Stelle (notate che non attaccano mai Salvini?), il Pd sarebbe pronto a far di tutto. Lo ha già dimostrato in passato, quando al Nazareno sdoganò il condannato Berlusconi, uno a cui Di Maio non ha nemmeno concesso una telefonata. Luigi Di Maio è chiaramente il bersaglio, da giorni viene attaccato su tutto, come se fosse un personaggio pericoloso da abbattere e demonizzare al più presto. E in parte, i dirigenti del Pd, fanno bene a temerlo, perché in pochi mesi ha fatto quello che il centrosinistra non è riuscito a fare in nessuna delle legislature.

Il Movimento ha approvato il reddito di cittadinanza, una misura di buonsenso che certamente potrà essere migliorata, ma che …

Boccia chieda scusa ai poveri italiani

Immagine
Ancora una volta, Boccia, ha perso un'occasione per rimanere in silenzio. Il Presidente di Confindustria ha pensato bene di dire che i 780 euro del reddito di cittadinanza sono troppi, perché esistono persone che lavorano per 830 euro al mese. Caro Boccia, non se la prenda, ma per noi giovani, sarebbe più importante che un ricco imprenditore come lei, elevasse i salari dei propri operai. Capiamo che nella mente di molti industriali esista la perversa e pericolosa idea di abbassare i salari, di trattare i lavoratori come oggetti, ma sono finiti i tempi delle vacche grasse, degli aiuti a pioggia, del Jobs act. Un imprenditore dovrebbe lavorare per garantire il benessere delle famiglie dei lavoratori, il proprio benessere. Renda più felici i suoi dipendenti, gli dia 100 euro in più in busta paga dal prossimo mese, vedrà che lavoreranno con il sorriso e con meno problemi. Sappia, Boccia, che i giovani italiani non sono un arnese vecchio, ma sono delle risorse molto spesso umiliate da…

Il solito editoriale scritto con la puzza sotto il naso. Ma il Governo tiene e piace

Immagine
Premesso che leggo circa 10 quotidiani al giorno, premesso che tre di questi sono esteri, stamane mi sono imbattuto nella lettura di un editoriale scritto da una penna storica, il fondatore di "La Repubblica" Eugenio Scalfari. Ebbene, Scalfari ci ha di nuovo spiegato che nel suo mondo, nella sua visione della politica, il voto democratico è stato sbagliato, ma solo perché ha eletto Salvini e Di Maio, gente che secondo lui deve essere al più presto arginata dal Pd, che reciterà il ruolo di salvatore della patria, nonostante i disastri compiuti nell'era Renzi, nonostante tutto. Si tratta di una narrazione non proprio aderente alla realtà, che come sempre, è legata ai numeri, ai consensi, ai gruppi parlamentari.

Oggi i numeri ci dicono che questo Governo, è apprezzato dal 58% degli elettori, che la Lega è al 30%, che il M5S oscilla tra il 25 e il 27%. Non sono affatto numeri negativi, anzi, dai sondaggi è evidente che le opposizioni sono in stallo da mesi. L'ultimo so…

Allevamenti intensivi e clima, un serio problema per il pianeta

Immagine
Ogni volta che nel mondo si verifica un evento climatico eccezionale, assistiamo a un bombardamento mediatico in cui si elencano le cause che hanno generato quel fenomeno estremo. Molti di voi magari non sanno che anche il nostro stile di vita incide profondamente sul clima, perché oggi la tv non parla spesso di questi temi, anzi preferisce cancellare dai palinsesti i programmi scientifici (ricordate Scala Mercalli?). Dicevamo degli stili di vita e della correlazione tra eventi climatici estremi e aumento di gas serra. Avete mai pensato che anche il nostro cibo incide negativamente sul clima? Proviamo a spiegare perché. Alcuni dati Ismea, resi noti nel 2018 dalla Coldiretti, ci hanno fatto sapere che l'Italia é un Paese in cui si consuma carne, ma di meno rispetto ad altri Paesi. Pensate che in media, ogni italiano consuma circa 79 Kg di carne all'anno. Non si tratta di una quantità elevatissima, anche perché Danimarca, Spagna e Germania, ne consumano di più. Quello che però…

Basta con la storia dei giovani sul divano!

Immagine
Da qualche settimana il Decreto sul Reddito di cittadinanza mo nopolizza i dibatti televisivi, dove vengono invitati degli opinionisti che a turno esprimono delle critiche nei confronti della misura approvata dal Governo Conte. Una delle affermazioni più usate da questi sedicenti esperti, é la seguente: "Basta sussidi per tenere i giovani incollati sul divano". É un'affermazione molto lapidaria, che cataloga la maggior parte dei giovani in una categoria precisa, ossia quella dei fannulloni, o per ricordare un termine molto caro al defunto Ministro Padoa Schioppa, in quella dei "bamboccioni". Ma è proprio cosí che vanno le cose? In realtà no, ma è evidente che esista un problema molto serio nell'introdurre i giovani nel mondo del lavoro. Va detto, però, che spesso i giovani vengono usati e poi scaricati, che esiste una certa tendenza, tutta italiana, a considerare i giovani un peso, specie i tirocinanti, che dopo aver concluso il percorso formativo che gene…