Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2018

Ponte Morandi, partirà a breve la ricostruzione

Immagine
Il Commissario per la ricostruzione del Ponte Morandi, il Sindaco di Genova Marco Bucci, ha reso noto che sono pervenute almeno una quindicina di domande di imprese che vorrebbero ricostruire il ponte crollato in agosto. Attualmente i favoriti per la ricostruzione sono Salini Impregilo- Fincantieri, Cimolai, questi ultimi esperti di costruzioni di infrastrutture in metallo. Oltre a queste imprese, ci sono però degli outsiders di tutto rispetto, in particolare i cinesi della CCCC, impresa leader nella costruzione di infrastrutture.

Secondo alcuni studi, la ricostruzione del Ponte é un affare da più di 200 milioni di euro, un affare che potrebbe arrivare a 300 milioni calcolando anche l'indotto. Intanto il Governo ha iniziato a dare risposte concrete ai genovesi, attraverso il Decreto emergenze, destinando degli stanziamenti che serviranno a indennizzare le imprese in difficoltà nella valle del Polcevera, dunque il tessuto economico che é stato ferito gravemente con il crollo di ago…

Il reddito di cittadinanza è una buona misura, piace anche all'Europa

Immagine
Da qualche settimana il reddito di cittadinanza monopolizza i dibattiti televisivi ed è quasi sempre presente nel palinsesto dei talk show. Si tratta di una vittoria ottenuta da Grillo e dal Movimento 5 Stelle, che da anni provano a spiegare che serve uno strumento di contrasto alla povertà, specie in un Paese dove i poveri sono 5 milioni. Il reddito di cittadinanza è comunque uno strumento in grado di ricomporre coesione sociale, una misura che può funzionare bene se verranno fatti i giusti investimenti sui Centri per l'impiego, che al momento non funzionano a dovere. Proprio per questo, per la riforma dei Cpi, il Governo ha stanziato 1 miliardo, ma ha promesso che l'investimento potrebbe essere raddoppiato.

Per la prima volta, una forza politica mette al centro del dibattito il tema della povertà. Chi critica la misura del reddito di cittadinanza, forse vive su Marte, forse non ha letto il Rapporto sulla povertà stilato dalla Caritas. Quello che stupisce è l'accanimento …

Dipendenza da gioco, la malattia del nuovo secolo

Immagine
In questi giorni la Magistratura ha scoperchiato gli interessi delle organizzazioni criminali per le scommesse e il gioco. Secondo i giudici, il gioco, sarebbe uno dei terreni più fertili da cui trarre beneficio e soprattutto guadagno. Oggi in Italia il fenomeno del gioco online, dei centri scommesse, è molto esteso. Secondo i dati forniti dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, che ha condotto uno studio sul "gambling", nel nostro Paese ci sono oltre 800 mila ludopatici e circa 3 milioni di giocatori sono a rischio. 
Il (GAP), acronimo di gioco di azzardo patologico, è una vera e propria malattia mentale, tanto che è presente nel Manuale dei disturbi mentali. Ma cosa sta facendo lo Stato per limitare l'ascesa di un fenomeno sempre più in crescita? A livello centrale, sono state introdotte nuove norme grazie al Decreto dignità, leggi che vanno a limitare gli spazi pubblicitari nell'editoria. A livello regionale, invece, sono molte le Regioni che hanmo scelto …

Caro Salvini, i rifiuti vanno ridotti, non bruciati!

Immagine
Nelle ultime ore il Ministro Salvini ha parlato di inceneritori e di come risolvere l'emergenza rifiuti, affermando che sarebbe il caso di costruire "un inceneritore per ogni provincia". Il Ministro sbaglia, con la costruzione di inceneritori non si abbatte totalmente la problematica, anche perché ci sarebbero poi degli scarti da smaltire. Salvini sbaglia, perché le sue dichiarazioni semplicistiche, non aiutano chi da anni si batte per il riciclo, il riuso, la raccolta differenziata. I più ottimisti e favorevoli agli inceneritori ci dicono che al Nord ne esistono tanti e che non ci sono rischi per la salute. Forse questi ignari cittadini dovrebbero informarsi meglio e approfondire un argomento specifico, quello delle nanoparticelle e del particolato molecolare che può avere degli effetti sulla salute.

Salvini ha ancora una volta invaso il campo, trattando un argomento su cui non è esperto e che spetta al Ministro dell'ambiente. La sensazione è che Salvini si diverta …

La Raggi, l'assoluzione e il bruciore di stomaco

Immagine
Nel pomeriggio è arrivata l'assoluzione per Virginia Raggi, un'assoluzione che fa sorridere il Sindaco di Roma e che invece rende pieni di rabbia gli avversari. Virginia ha vinto, ha perso invece chi aveva sperato che un Sindaco democraticamente eletto, fosse un bersaglio semplice da colpire. Alla Raggi è stato riservato un trattamento speciale, fatto di paginone di editoriali in cui ci si sforzava di descriverla come debole, impreparata e perfino presuntuosa. Questo solo perché provava a gridare da anni la sua innocenza, oggi certificata anche da un giudice. 
Sono arrivate a valanga anche le prime reazioni politiche, con dure prese di posizione di Di Maio e Di Battista, che hanno accusato la stampa, i giornalisti, di aver creato un clima mediatico sfavorevole, lanciando addosso a Virginia Raggi, quintali di fango. E in effetti, questo va detto, molti giornali hanno cavalcato l'onda, riservando alla Sindaca un trattamento molto duro, fatto di manganellate mediatiche e di …

Mourinho re dei social dopo lo sberleffo alla Juventus

Immagine
Josè Mourinho ha sempre avuto la capacità di far parlare i media, che non ha mai nascosto di non amare. Ieri sera lo "Special one" ha battuto sul campo la corazzata bianconera, umiliandola poi nel post-partita, con un gesto che nelle ultime ore sta facendo molto discutere sui social network. A fine partita, infatti, Mourinho ha stuzzicato il pubblico bianconero portando tre dita verso l'orecchio. Una provocazione alla Mourinho, un gesto che non è piaciuto alla Juventus e a diversi giornalisti italiani.

Ma perché Mourinho ha fatto quello sberleffo agli juventini? Un motivo c'è, c'è una causa che ha scatenato questa reazione del tecnico di Setubal, ossia i cori di scherno subìti per tutto il match. Mourinho a fine partita ha raccontato di aver ricevuto insulti pesanti, di aver reagito perché esasperato. Fatto sta che con quello sberleffo ai bianconeri, Mou è stato incoronato come re dei social. Sarà felice il suo social media manager e soprattutto chi gestisce il s…

Il Pd è il partito del no

Immagine
Il Pd è il partito del no
Da quando è nato il Governo gialloverde, il Partito Democratico non perde occasione di attaccare la maggioranza in ogni modo e con ogni mezzo. Sono ricominciati gli attacchi a Virginia Raggi, le fakenews su Rousseau, i post e i video contro Senatori e Deputati grillini. Bastano per fermare Salvini e Di Maio? Certamente no, perché dimostrano che il Partito Democratico non è ancora derenzizzato e che non si è ancora calato nella parte del partito di opposizione. Oggi il Pd è un partito privo di idee e di segretario, un club a maggioranza renziana che dice "no" a tutto. 
Una volta rimproveravano al M5S di dire "no", oggi lo dicono loro e dunque "è giusto dirlo". Il Pd ha scelto di dire "no" al taglio dei vitalizi, dice "no al reddito di cittadinanza", "no alla pensione di cittadinaza". Sono dati di fatto, scelgono di fare una opposizione distruttiva e senza senso, consci della loro debolezza sui territ…
Immagine
Clima e disastri, un film già visto 
In questi giorni nei vari tg si parla dei danni che il maltempo ha provocato al territorio, ma poco delle cause che hanno reso il clima cosí ostile. Le cause sono molteplici, ma in pochi si sforzano di spiegarlo nei vari programmi televisivi. Perché? Perchè non fa audience e perché si è scelto di mettere la scienza in soffitta puntando su reality show che garantiscono ascolti e che sono meno impegnativi per il pubblico.
Al prossimo disastro sentiremo parlare di nuovo di tragedie e di rischi per l'ambiente, ma poi si chiuderà il sipario e tutto rimarrà come prima. Spetta ai politici trovare le soluzioni, il clima non aspetterà, questo deve essere chiaro a tutti. Iniziamo a ridurre le emissioni di CO2 e cerchiamo di violentare di meno la natura, che offesa e maltrattata, ci ha presentato il conto.