Boccia chieda scusa ai poveri italiani

Ancora una volta, Boccia, ha perso un'occasione per rimanere in silenzio. Il Presidente di Confindustria ha pensato bene di dire che i 780 euro del reddito di cittadinanza sono troppi, perché esistono persone che lavorano per 830 euro al mese. Caro Boccia, non se la prenda, ma per noi giovani, sarebbe più importante che un ricco imprenditore come lei, elevasse i salari dei propri operai. Capiamo che nella mente di molti industriali esista la perversa e pericolosa idea di abbassare i salari, di trattare i lavoratori come oggetti, ma sono finiti i tempi delle vacche grasse, degli aiuti a pioggia, del Jobs act. Un imprenditore dovrebbe lavorare per garantire il benessere delle famiglie dei lavoratori, il proprio benessere. Renda più felici i suoi dipendenti, gli dia 100 euro in più in busta paga dal prossimo mese, vedrà che lavoreranno con il sorriso e con meno problemi. Sappia, Boccia, che i giovani italiani non sono un arnese vecchio, ma sono delle risorse molto spesso umiliate da un mondo del lavoro in cui la legislazione ha sempre favorito i padroni, mazzolando invece i poveri operai. I tempi in cui il Pd faceva le leggi per aiutare gli imprenditori arraffatutto, sono finiti. Lo scenario esistente ci ha mostrato un'Italia in crisi, in cui gli operai lavorano in condizioni difficili. Chi osa protestare finisce a casa, sbattuto fuori. Peggio ancora gli imprenditori che per anni hanno avuto aiuti di Stato, ma che oggi producono all'estero, dove i sindacati sono più molli, dove il costo del lavoro è bassissimo. Ma invece di attaccare una misura che contrasta la crescente povertà, non era più semplice tacere? Le ripeto: alzi i salari ai propri dipendenti, eviti di tirare in mezzo la povera gente, che per una volta avrà la possibilità di spendere qualche euro in più, che in una economia ferma, è sempre una bella notizia. Caro Presidente Boccia, chieda scusa ai giovani e ai milioni di poveri che lei ha offeso pronunciando quella frase oscena.

Commenti

Post popolari in questo blog

#Calciomercato: Jorge Mendes e quella pazza idea per il Milan

Ponte Morandi, partirà a breve la ricostruzione

Il Venezuela di Maduro sempre più solo