Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2020

Sardine e capitoni, italiani creduloni

Immagine
Il popolo italiano è da sempre credulone. Ha creduto a Renzi che prometteva di lasciare la politica, ha creduto al Pd, che per anni, compreso il periodo in cui Renzi era segretario, sosteneva di essere un partito di sinistra. In un famoso film Nanni Moretti gridava a D'Alema: "D'Alema dí qualcosa di sinistra". Purtroppo, caro Nanni, Renzi ha ucciso ogni idea di sinistra, spingendo un grande partito, organizzato nell'era comunista, a diventare un partito leggero, fluido, in cui la comunicazione social giocava un ruolo fondamentale, più importante delle classiche assemblee. Mentre Renzi si affidava a Jim Messina per perdere un referendum, le altre forze politiche si prendevano le piazze, assorbivano elettorato. Prima dell'exploit leghista, il partito rifugio era il Movimento 5 Stelle, che nel marzo 2018 raggiunse addirittura il 32,6%, un risultato straordinario se si pensa che é arrivato solo grazie al voto di opinione e al progetto politico di Luigi Di Maio. M…

Gettonopoli, i veri sconfitti sono i catanzaresi che non si indignano

Immagine
Premesso che la giustizia farà il suo corso e il caso "Gettonopoli" verrà chiarito nelle sedi opportune, non possiamo però esimerci dal dare un giudizio su una vicenda scivolosa, che sembra appassionare molto la tv nazionale, ma molto poco i catanzaresi, che nonostante il clamore mediatico, nonostante le ultime dichiarazioni dell'ex consigliere Celia, vivono in uno stato di apatia totale. Nelle ultime ore, però, anche il M5S ha continuato il pressing sul primo cittadino. La Senatrice Granato, ha organizzato un evento che si svolgerà domani a Piazza Prefettura, ore 17, in cui assieme ad altri, chiederà a gran voce di tornare al voto, di restituire la parola ai catanzaresi. É chiaro che Abramo, nel frattempo, stia già pensando a come proseguire questa consiliatura. L'uomo che da anni domina la politica catanzarese, oggi molto vicino ai leghisti, non ha nessuna intenzione di mollare. I catanzaresi, intanto, continuano a vivere in un capoluogo offuscato dalle continue i…

Resistere, resistere, resistere

Immagine
Sono stati pubblicati da qualche ora alcuni sondaggi che danno il Movimento 5 Stelle al 14%, un minimo storico, arrivato dopo le dimissioni di Di Maio, ma soprattutto dopo le due battute di arresto alle elezioni regionali. In tv, gli opinionisti ridono , come se fosse il momento di recitare il de profundis a una forza politica, l'unica che ha avuto perlomeno il merito di mettere al centro del dibattito politico temi quali: la lotta ai privilegi, la lotta alla corruzione, gli aiuti a famiglie e imprese. Nonostante i tanti errori, i 5 Stelle restano l'unica ancora a cui gli scontenti di destra e sinistra possono aggrapparsi. Ma questo non piace ai partiti, l'idea di un terzo polo non é gradita, perché va a destabilizzare un sistema bipolare che negli anni, ha fatto finta di combattersi, ingannando un elettorato poco attento. Mentre Berlusconi andava da Santoro, la sinistra lo accusava di conflitto di interessi, salvo poi non modificare una cippa, andando tra l'altro a st…