Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta Di Maio

Macron e il Pd, sempre insieme contro l'Italia

Immagine
Quando ho letto che il Partito Democratico aveva inserito sul profilo Twitter la bandiera francese, non ci volevo credere. Tutti ricorderanno quando Renzi decise di togliere la bandiera europea, oggi invece ci hanno ripensato, tanto che ne espongono ben tre. È chiaro che pur di andare contro Di Maio e il Movimento 5 Stelle (notate che non attaccano mai Salvini?), il Pd sarebbe pronto a far di tutto. Lo ha già dimostrato in passato, quando al Nazareno sdoganò il condannato Berlusconi, uno a cui Di Maio non ha nemmeno concesso una telefonata. Luigi Di Maio è chiaramente il bersaglio, da giorni viene attaccato su tutto, come se fosse un personaggio pericoloso da abbattere e demonizzare al più presto. E in parte, i dirigenti del Pd, fanno bene a temerlo, perché in pochi mesi ha fatto quello che il centrosinistra non è riuscito a fare in nessuna delle legislature.

Il Movimento ha approvato il reddito di cittadinanza, una misura di buonsenso che certamente potrà essere migliorata, ma che …

Il solito editoriale scritto con la puzza sotto il naso. Ma il Governo tiene e piace

Immagine
Premesso che leggo circa 10 quotidiani al giorno, premesso che tre di questi sono esteri, stamane mi sono imbattuto nella lettura di un editoriale scritto da una penna storica, il fondatore di "La Repubblica" Eugenio Scalfari. Ebbene, Scalfari ci ha di nuovo spiegato che nel suo mondo, nella sua visione della politica, il voto democratico è stato sbagliato, ma solo perché ha eletto Salvini e Di Maio, gente che secondo lui deve essere al più presto arginata dal Pd, che reciterà il ruolo di salvatore della patria, nonostante i disastri compiuti nell'era Renzi, nonostante tutto. Si tratta di una narrazione non proprio aderente alla realtà, che come sempre, è legata ai numeri, ai consensi, ai gruppi parlamentari.

Oggi i numeri ci dicono che questo Governo, è apprezzato dal 58% degli elettori, che la Lega è al 30%, che il M5S oscilla tra il 25 e il 27%. Non sono affatto numeri negativi, anzi, dai sondaggi è evidente che le opposizioni sono in stallo da mesi. L'ultimo so…

Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza, Di Maio esulta

Immagine
Reddito di cittadinanza e quota 100 approvate 
Sono passati tanti anni e in molti non hanno mai creduto nel reddito di cittadinanza, in particolare politici, economisti e giornalisti. Eppure da ieri sera alle 18 e 20, il reddito di cittadinanza e la pensione di cittadinanza, sono leggi. Promessa mantenuta e ora non resta che attendere il mese di aprile, quando verranno erogati i primi aiuti a chi avrà superato il vaglio dei requisiti richiesti. Il ministro Luigi Di Maio ha dichiarato nella tarda serata di ieri, che le domande si potranno inoltrare presso gli uffici postali, attraverso caf e patronati, attraverso un apposito portale dedicato alla misura del reddito di cittadinanza. Il provvedimento per il 2019 ha un costo di 6,1 miliardi, più 1 per le assunzioni nei centri per l'impiego. Il Ministro si è detto soddisfatto per la misura e il risultato raggiunto, sostenendo che in passato, chi lo ha preceduto ha pensato molto poco alle fasce deboli della società. Ha affermato, inoltr…

Sea Watch e Sea Eye, il governo trova una soluzione: a perdere è ancora l’Europa

Immagine
di LUCA SABLONERisolto finalmente il “caso Sea watch e Sea Eye” che aveva caratterizzato i dibattiti dei recenti giorni: i 49 migranti a bordo delle due navi delle ONG, dopo aver trascorso 19 giorni in mare, sono sbarcati a La Valletta. L’Italia ne accoglierà “poco più di dieci”, senza farsene alcun carico economico: la Chiesa Valdese si occuperà a proprie spese della gestione della situazione. La soluzione è stata trovata tra Conte, Di Maio e Salvini in seguito a ore di frizioni tra le parti in causa. Nonostante il Ministro dell’Interno avesse confermato la propria linea dura (“Non autorizzo sbarchi”), ha così commentato il compromesso raggiunto: “Soddisfatto, il governo è compatto sulla linea rigorosa, porti chiusi, lotta agli scafisti e alle Ong. Ogni nuovo eventuale arrivo dovrà essere a costo zero per i cittadini Italiani”. Sollevazione esplicitata da Eugenio Bernardini -Moderatore della Tavola valdese - che ha dichiarato: “Ringraziamo chi, finalmente, ha contribuito a chiudere u…

Buon 2019 a tutti! Sarà l'anno del cambiamento delle regole europee?

Immagine
Il 2018 è stato un anno non certo negativo sul piano personale, ma che in fondo rimarrà nella storia come un anno molto sfortunato. Il crollo del ponte Morandi, le alluvioni con morti in Calabria e Sicilia, hanno segnato un anno che tutti pensavano fosse migliore del 2017. Il 2019 è però un anno molto atteso, perche ci saranno degli appuntamenti, delle scadenze, che potrebbero comunque renderlo storico. Sarà anche un anno decisivo per le sorti politiche dell'Europa. Attualmente il sistema partitocratico non esiste più, chi ha resistito all'onda d'urto del 4 Marzo, è solo la "nuova Lega" di Matteo Salvini, meno legata alla sede e più tecnologica e legata a quel mondo dei social, che ha saputo comunicare meglio con determinate fasce di cittadini, soprattutto i giovani. M5S e Lega hanno chiuso il 2018 con l'approvazione della Legge di bilancio, inizieranno il nuovo con la stesura dei decreti collegati che dovranno definire gli ambiti in cui verranno applicate le…

Il reddito di cittadinanza è una buona misura, piace anche all'Europa

Immagine
Da qualche settimana il reddito di cittadinanza monopolizza i dibattiti televisivi ed è quasi sempre presente nel palinsesto dei talk show. Si tratta di una vittoria ottenuta da Grillo e dal Movimento 5 Stelle, che da anni provano a spiegare che serve uno strumento di contrasto alla povertà, specie in un Paese dove i poveri sono 5 milioni. Il reddito di cittadinanza è comunque uno strumento in grado di ricomporre coesione sociale, una misura che può funzionare bene se verranno fatti i giusti investimenti sui Centri per l'impiego, che al momento non funzionano a dovere. Proprio per questo, per la riforma dei Cpi, il Governo ha stanziato 1 miliardo, ma ha promesso che l'investimento potrebbe essere raddoppiato.

Per la prima volta, una forza politica mette al centro del dibattito il tema della povertà. Chi critica la misura del reddito di cittadinanza, forse vive su Marte, forse non ha letto il Rapporto sulla povertà stilato dalla Caritas. Quello che stupisce è l'accanimento …

Caro Salvini, i rifiuti vanno ridotti, non bruciati!

Immagine
Nelle ultime ore il Ministro Salvini ha parlato di inceneritori e di come risolvere l'emergenza rifiuti, affermando che sarebbe il caso di costruire "un inceneritore per ogni provincia". Il Ministro sbaglia, con la costruzione di inceneritori non si abbatte totalmente la problematica, anche perché ci sarebbero poi degli scarti da smaltire. Salvini sbaglia, perché le sue dichiarazioni semplicistiche, non aiutano chi da anni si batte per il riciclo, il riuso, la raccolta differenziata. I più ottimisti e favorevoli agli inceneritori ci dicono che al Nord ne esistono tanti e che non ci sono rischi per la salute. Forse questi ignari cittadini dovrebbero informarsi meglio e approfondire un argomento specifico, quello delle nanoparticelle e del particolato molecolare che può avere degli effetti sulla salute.

Salvini ha ancora una volta invaso il campo, trattando un argomento su cui non è esperto e che spetta al Ministro dell'ambiente. La sensazione è che Salvini si diverta …